Scuola

Istituto Comprensivo Niccolò Pisano
Pisa

La storia della scuola

Gli Istituti Comprensivi sono nati con la Legge 97 del 1994, una legge sulla tutela delle zone montane che introduceva la possibilità, per mantenere le scuole nei piccoli comuni di montagna, di accorpare in un unico istituto i circoli didattici (che comprendevano scuole dell’infanzia e scuole primarie) e le scuola medie. Sono gli anni in cui il lungo dibattito sulla necessità di attribuire una più ampia autonomia delle scuole sta approdando a una riforma organica: la Legge 59 del 1997 introduce l’autonomia funzionale delle scuole, e il successivo DPR 233 del 1998 ne disciplina il dimensionamento, giacché si ritiene inopportuno attribuire l’autonomia a scuole troppo piccole. In questo contesto gli Istituti Comprensivi introdotti nei comuni montani diventano un modello da esportare, perché rappresentano una modalità di accorpamento che facilita la cosiddetta verticalizzazione, ovvero una programmazione nei primi tre ordini della scuola (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) ben raccordata e in continuità. L’Istituto Comprensivo Niccolò Pisano nasce, assieme a molti altri Istituti del Comune di Pisa, nel 1999, dalla fusione della del circolo didattico di Marina con la scuola media. Marina di Pisa si consolida così come centro di riferimento delle scuole dei tre paesi litoranei (Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone) e del paese di San Piero a Grado, cerniera tra la costa e la città, regina della splendida piana alluvionale che già vide la nascita della Repubblica Pisana, le cui memorie campeggiano solenni nell’antica basilica che di lontano guarda verso il mare. Il primo dirigente dell’Istituto Comprensivo è il professor Astolfo Borelli, che ha avviato l’integrazione tra i vari ordini di scuola. Successivamente, sotto la sapiente direzione della dottoressa Maria Paola Ciccone, legata a Marina per avervi insegnato e che è rimasta per anni nell’Istituto, la nostra scuola ha assunto la fisionomia attuale, puntando sull'accoglienza e l’organico raccordo con il territorio.

La scuola è una comunità: costruiamo insieme il futuro

Le carte della scuola

La scuola in numeri

La scuola in numero

735

Numero alunni

38

Numero classi

19

Media alunni / classe